Molti di noi salgono quasi distrattamente in ascensore, un mezzo di trasporto il cui utilizzo è ormai diventato parte della routine quotidiana. Tutte le volte che mettiamo piede nella cabina affidiamo la nostra sicurezza e tranquillità all’impianto elevatore, quindi indirettamente, alla qualità del servizio di manutenzione che se ne occupa. Nella stragrande maggioranza dei casi, la nostra fiducia è ben riposta, ma in casi (per fortuna) abbastanza rari, si può verificare un intoppo: l’ascensore si è bloccato al piano.

Come comportarsi in caso di ascensore bloccato?

Prima di tutto non bisogna lasciarsi prendere dal panico e, se necessario, cercare di tranquillizzare gli altri eventuali occupanti della cabina.

Anche se l’ascensore si è bloccato al piano, infatti, la cabina è un luogo sicuro in cui non vi è il rischio di asfissia né tantomeno di caduta nel vuoto (dimenticatevi le scene apocalittiche di certi film d’azione!). Le cabine hanno fori di aerazione e sono progettati con alti coefficienti di sicurezza.

La cosa più sbagliata che si possa fare è cercare di forzare le porte per uscire. Così facendo sì che ci si pone in una situazione di pericolo. Nel caso in cui l’ascensore fosse bloccato fra due piani, le conseguenze possono essere anche gravi.

Si può provare, invece, a premere uno per volta, i pulsante degli altri piani per vedere se la cabina riesce a riallinearsi, o ad azionare i pulsanti di apertura e chiusura delle porte, ove presenti.

Se ciò non sortisse alcun effetto, allora bisogna chiamare i soccorsi, utilizzando l’apposito tasto di emergenza.

Come funziona il telesoccorso in caso di ascensore bloccato?

Gli ascensori moderni sono dotati di sistemi di teleassistenza e telesoccorso che permettono alle persone rimaste bloccate in cabina di mettersi in contatto direttamente e H24, con il Sistema di Soccorso incaricato del pronto intervento. Con un po’ di pazienza, basterà attendere l’arrivo dei soccorsi per essere liberati.

Nei casi in cui l’impianto non fosse dotato di telesoccorso, o si sospettasse un malfunzionamento, si può provare ad utilizzare il proprio cellulare chiamando il numero indicato all’interno della cabina.

La normativa che regola i soccorsi in un ascensore bloccato

È importante sottolineare che, i Sistemi di Soccorso sono regolamentati da una Norma europea, la EN 81.28, obbligatoria anche in Italia. Un sistema di nuova installazione deve essere conforme alla norma, e quindi dev’essere dotato di segnalatori e pittogrammi che:

  • informano gli utenti che la richiesta di soccorso è andata a buon fine e sta per iniziare la conversazione;
  • che dall’altra parte ci sarà un Sistema di Soccorso (Call Center) che non può limitarsi ad un telefono cellulare appoggiato sul comodino del tecnico reperibile;
  • che l’indirizzo dell’impianto da cui si sta chiamando sarà immediatamente riconosciuto dal sistema anche senza parlare.

La manutenzione prima di tutto

Ricordiamoci comunque che nei condomini, nelle aziende e in qualsiasi altro luogo in cui siano presenti degli impianti elevatori è possibile allontanare il rischio di guasti e malfunzionamenti sottoponendo gli impianti a manutenzioni periodiche accurate, svolte da tecnici formati adeguatamente.

È buona cosa, inoltre, dotare gli ascensori meno recenti di sistemi moderni di telesoccorso conformi alle norme, affinché in caso di inconvenienti tecnici i passeggeri possano contare su tecnologie efficienti e un Sistema di Soccorso strutturato ed efficiente. Inoltre occorre che, in caso di emergenza, sia sempre garantito il pronto intervento 7 giorni su 7 e 24 ore su 24.

Tutti questi requisiti sono soddisfatti da Arno Manetti Ascensori! Guarda il video.

Oltre a effettuare manutenzioni accurate a norma di legge, con tecnici formati , l’azienda esegue anche interventi di ammodernamento tecnologico sugli ascensori ed è in grado di intervenire in loco 24/24 ore, 7/7 giorni, in caso di persone bloccate in cabina, contattando il Call Center dedicato In Linea, reperibile h24 al numero verde 800754020.

Per maggiori informazioni: tel.: 055 315741| e-mail: info@arnomanetti.it.