Detrazioni IRPEF -50%: più conveniente che mai installare un impianto elevatore nel 2016

In molti edifici si avverte l’esigenza di un ascensore o di un sistema di trasporto similare per il superamento delle barriere architettoniche – ma il passaggio dalla teoria alla pratica non è affatto uno step scontato visto che si tratta, non di rado, di investimenti “impegnativi” dal punto di vista economico.

Eppure, grazie alle gradite conferme fiscali sancite dalla legge di stabilità in vigore per l’anno corrente, oggi installare un impianto elevatore è un intervento di gran lunga più Bersaglio con freccetta piantata su 50%accessibile. Visto infatti il successo ottenuto dalle detrazioni edilizie al 50% nel corso degli ultimi anni, sono state prorogate sino al 31 dicembre 2016 le aliquote massime per tutta una serie di interventi migliorativi sugli edifici tra cui anche la realizzazione di soluzioni per la mobilità verticale.

Ciò comporta che l’intera spesa relativa ai lavori di messa in opera di un nuovo ascensore (oppure piattaforma elevatrice, montascale o altro tipo di impianto) potrà essere portata in detrazione e che la metà della cifra verrà “restituita” al committente. Come? Sotto forma di detrazioni IRPEF nei dieci anni a venire, suddivise in altrettante rate di eguale importo: così facendo gli interventi arriveranno a costare esattamente la metà della somma originaria.

Oltre agli straordinari vantaggi legati agli sgravi IRPEF del 50% è possibile, in casi particolari, beneficiare dell’applicazione dell’IVA agevolata al 4% o al 10%: contattate Arno Manetti (tel. 055 315379 | e-mail: info@arnomanetti.it) o visitate la pagina dedicata alle agevolazioni fiscali per saperne di più sulle possibilità di risparmiare sulla realizzazione di nuovi impianti elevatori!

Commenti chiusi