Agevolazioni

titolo_pagina_agevolazioni

Installare o ristrutturare un ascensore o un impianto per la mobilità verticale con Arno Manetti è oggi semplice e conveniente, grazie alla possibilità di avvalersi di ben quattro diverse tipologie di agevolazioni e detrazioni fiscali.

Eccole nel dettaglio:

DETRAZIONI IRPEF AL 50%

IVA AGEVOLATA AL 4% SUL PREZZO DI ACQUISTO

DETRAZIONE IRPEF AL 19%

CONTRIBUTI STATALI PER L’ABBATTIMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE

1) DETRAZIONI IRPEF AL 50%

In base a quanto previsto dalla legge di stabilità é prorogata per tutto il 2015 la possibilità  avvalersi delle detrazioni fiscali pari al 50% dell’intera spesa sostenuta.

Tale detrazione sarà accessibile a chi effettua interventi di installazione o ristrutturazione di un impianto elevatore nella propria abitazione per una spesa massima pari a 96 mila euro.

Possono avvalersi di questa forma di detrazione sia i proprietari degli immobili che gli inquilini che lo utilizzano in locazione, comodato o usufrutto. Anche i condomini che deliberano l’esecuzione di questi interventi potranno avvalersi delle detrazioni IRPEF al 50%; verranno ripartite proporzionalmente ai millesimi delle famiglie che hanno contribuito alla spesa.

ALCUNE INFORMAZIONI UTILI
  • Ne possono usufruire: proprietari o nudi proprietari, titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione), locatari o comodatari, soci di cooperative.
  • Obbligatorio per tutti i contribuenti ripartire l’importo detraibile in 10 quote annuali.
  • l’anno di competenza della detrazione è stabilito con il principio di cassa: fa fede la data del bonifico.
  • il venditore di un immobile può decidere se continuare a usufruire delle detrazioni fiscali o trasferire tale diritto all’acquirente.

2) IVA AGEVOLATA AL 4% SUL PREZZO DI ACQUISTO

Le installazioni finalizzate all’abbattimento delle barriere architettoniche hanno l’IVA agevolata al 4%. Questo vale su tutte le piattaforme elevatrici, su tutti i servo scala, e in molti casi sugli ascensori installati da Arno Manetti. Si tratta di una misura di cui possono beneficiare tutti, disabili e non, dal momento che l’agevolazione riguarda la natura degli impianti e non lo status del soggetto acquirente.

3) DETRAZIONE IRPEF AL 19%

Il DPR n. 917 del 22/12/1986 prevede che le spese sostenute da privati per acquistare ascensori, montacarichi o piattaforme elevatrici atti a consentire lo spostamento delle persone con disabilità all’interno degli edifici godano di detrazioni IRPEF del 19%. I prodotti per la mobilità verticale Arno Manetti rientrano, secondo quanto stabilito della legge, nell’ambito delle spese sanitarie per portatori di handicap e possono dunque beneficiare di tali agevolazioni.

È possibile avvalersi degli sgravi fiscali IRPEF del 19% contemporaneamente delle detrazioni previste per le ristrutturazioni edilizie (paragrafo n. 1), ma soltanto sull’eventuale importo dei lavori eccedente la soglia massima di 96 mila euro per i quali già ci si avvale della detrazione al 50%.

4) CONTRIBUTI STATALI PER L’ABBATTIMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE

La Legge n. 13 del 9/1/1989 stabilisce che gli interventi effettuati negli edifici privati allo scopo di superare o eliminare le barriere architettoniche, ove siano riconosciute invalidità del 100%, godono di contributi statali pari a:

  • Importi sino a 2.582,28 euro: contributo in misura pari alla spesa sostenuta effettivamente;
  • Importi da 2.582,28 euro a 12.911,42 euro: contributo aumentato del 25% della spesa sostenuta effettivamente;
  • Importi da 12.911,43 a 51.645,69 euro: contributo aumentato di un ulteriore 5%.

Ascensori per disabili, montacarichi per disabili e piattaforme elevatrici rientrano fra gli interventi che beneficiano di tali agevolazioni per disabili, ed è possibile goderne in aggiunta alle detrazioni IRPEF al 50% e al 19%.

Per ulteriori informazioni scarica  la
Guida alle Agevolazioni Fiscali per Disabili pdficon_large

 

PAGINE CORRELATE

Potrebbe interessarti anche FINANZIAMENTI

 

 

Commenti chiusi